Consumatori turisti: diritti e tutele

Booking fai da te o agenzie viaggio?

Nonostante l’utilizzo sempre più sfrenato di internet come mezzo di prenotazione  delle proprie vacanze “su misura” c’è ancora una buona fetta di viaggiatori turisti che preferisce affidarsi alle care vecchie agenzie viaggi. I vantaggi?

Le agenzie, oltre ad offerte speciali e risparmi in termini di tempo, offrono senza dubbio una maggiore tutela dei turisti consumatori. A partire dal risarcimento dei danni alla persona, al danno da vacanza rovinata, ovvero, nel caso in cui l’inadempimento o l’inesatta esecuzione delle prestazioni oggetto del pacchetto turistico non sia di scarsa importanza il turista può chiedere, oltre ed indipendentemente dalla risoluzione del contratto, un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all’irripetibilità dell’occasione perduta (art. 47 del codice del turismo).

Da ricordare inoltre il Fondo di Garanzia, un fondo nazionale di garanzia, che consente, in caso di insolvenza o fallimento del venditore o dell’organizzatore del viaggio, il rimborso del prezzo versato ed il rimpatrio del consumatore in caso di rientro forzato in occasione di emergenze.

A tal proposito, a seguito del terremoto di Kos del 21 luglio 2017, Eden Travel Group ha mandato un forte segnale di attenzione a tutela dei turisti che hanno prenotato  una vacanza verso le isole greche. Questi ultimi, infatti, in via del tutto eccezionale hanno avuto l’opportunità di cambiare destinazione del proprio viaggio liberamente (per pacchetti con voli charter e di linea verso  Kos e partenza per tutta l’estate), comunicando la decisione entro la fine di Luglio, scegliendo una meta alternativa e corrispondendo l’eventuale differenza di prezzo oppure ottenendo un rimborso, nel caso si effettui una prenotazione più economica.

Il messaggio è chiaro: Eden lancia un forte segnale di attenzione ai bisogni dei clienti e rimarca la profonda distanza in termini di tutela, assistenza e sicurezza che separa un viaggio organizzato rispetto a uno acquistato su un qualsiasi aggregatore di prezzo, agenzia online o compagnia low cost.

Detto questo, nessuno vieta i viaggiatori a lanciarsi in un’ avventura prenotando le vacanze su internet, ma bisogna essere ben consci del fatto che, oltre agli evidenti vantaggi economici, i turisti, potrebbero trovarsi a fare i conti con imprevisti e scomode situazioni da risolvere.

Una soluzione per tour operator e agenzie viaggi per non soccombere all’utilizzo di internet potrebbe quindi essere quella di far sentire i potenziali clienti tutelati e protetti ancor prima dell’acquisto del viaggio, mettendo a conoscenza i consumatori di tutele e dei diritti spesso sconosciuti ed ignorati.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *