Turismo Sostenibile: la classifica del Travel & Tourism Competitiveness Report

 

Una classifica dei Paesi più “green oriented” al mondo

 

Le vacanze “responsabili” arricchiscono il cuore e la mente di chi visita luoghi in cui la natura è l’elemento dominante. Allo stesso tempo, contribuiscono alla conservazione di aree incontaminate del mondo, ogni giorno messe sempre più in pericolo dall’inquinamento e dalla mano dell’uomo. Il turismo sostenibile rappresenta un modo di viaggiare nel rispetto dell’uomo e del pianeta che finalmente può contare su una sempre maggiore attenzione mondiale. Infatti, il World Economic Forum ha stilato la classifica del Travel & tourism competitiveness del 2017, che comprende 136 stati (su un totale di quasi 200 in tutto il mondo).

 

Una graduatoria che prende in considerazione diversi fattori, tra cui il numero di specie (animali e vegetali) e di aree protette, la presenza di siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, la domanda di turismo ambientale dei viaggiatori che scelgono quella destinazione. L’Italia, nonostante la sua ricchezza artistica e culturale, non riesce a entrare nella top 10, fermandosi però a un lusinghiero dodicesimo posto. A farla da padrone sono le Americhe, mete esotiche per eccellenza, con la loro biodiversità.

 

Turismo Sostenibile

Al primo posto troviamo il Brasile che, nonostante la sempre incombente minaccia della deforestazione della foresta Amazzonica, è il paese dove il turismo green è più facile e bello. Al secondo posto abbiamo lo stato dell’America centrale che è un trionfo di natura e di esperienze green-oriented: il Messico. Subito dopo si piazza la Costa Rica, dove i suoi luoghi d’interesse principali sono le foreste, le spiagge e le riserve verdi. Nessun paese al mondo raggiunge i suoi livelli nell’indice di varietà ambientale per chilometro quadrato.

 

Appena giù dal podio c’è il Perù, grazie al suo punto di forza, ossia l’archeologia; la Cina nonostante la sua triste fama per l’inquinamento, regala luoghi unici al mondo. Sesto posto per l’Australia dove vivono alcune delle specie animali più particolari al mondo, capaci di adattarsi alle estremità di un clima fortemente caldo. Si prosegue con la Thailandia, foreste pluviali si alternano a spiagge da sogno, paludi di mangrovie lasciano il posto a baie incantevoli, pianure floride pulsano all’interno di isole da sogno. La Tanzania, unica presenza africana nella top 10, con uno dei più importanti eventi naturali del mondo: l’immensa migrazione lungo le pianure del Parco nazionale del Serengeti. Nono posto per la Spagna, unica nazione europea presente ai vertici, offre ai visitatori mille esperienze diverse tra loro come il Cammino di Santiago. Infine, con i suoi 58 parchi nazionali e non solo grattacieli e metropoli affollate, ecco gli Stati Uniti.

 

A questo punto cos’altro aggiungere? Buon viaggio sostenibile!

 

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *