Strada facendo…i cammini religiosi: Santiago de Compostela.

Ci vuole tempo, da fare con calma.

Che cosa?
Il Camino de Santiago!

Ne parliamo al singolare, ma sono tanti i cammini che portano a Santiago de Compostela: il cammino francese, della Plata, il primitivo, del Notte, del Levante, quello Aragonese…
Perché  farlo: per fare qualche cosa da ricordare, per vedere la Spagna “a piccoli sorsi”, perché può essere un turismo a basso costo, infatti ,se non si hanno troppe pretese, si possono spendere solo €30/40 al giorno.
Camminando si possono vedere cose che non entrano nei circuiti turistici soliti: piccole chiese, edicole, torri con nidi di cicogne, fantastici ponti romani / medioevali, acquedotti, anfiteatri.
L’aspetto religioso non è da sottovalutare anche se alcune statistiche dicono che solo il 10% delle persone è spinta dalla fede.
Le ricadute sull’economia locale sono enormi: alcuni paesi di montagna, in zone depresse, grazie al Cammino sono rinati, infatti, si tratta di un turismo che sui grandi numeri rende.

Dove alloggiare? In ostelli (albergues), B&B (casas rurales) e hotel per tutte le tasche.

Dove mangiare? In ristorantini, nei bar, comprando qualche cosa nei supermercati o nelle strutture che offrono da dormire. Si può decidere a seconda delle nostre finanze, c’è possibilità di scelta lungo il Cammino.

Molto importante è l’aspetto culturale: prendiamo come esempio il Cammino Francese .
St-Jean -Pied-de-Port ai piedi dei Pirenei con Roncisvalle ci fa pensare a Carlo Magno e alla Chanson de Roland.
Pamplona in Navarra (quindi nuova regione) con la sua Cattedrale gotica di Santa Maria la Reale . Puente la Reina luogo di incontro del Camino Francese con quello Aragonese con il suo monumento del pellegrino.
Burgos con la cattedrale, massimo esempio di architettura gotica e le mura medievali.
Leon in Castiglia con la Cattedrale, la Basilica di San Isidoro edificata nel luogo dove sorgeva un tempio romano dedicato a Mercurio, palacio de los Guzmanes, Casa Botines di Gaudi .
Astorga   l’ antica città romana Asturica Augusta citata da Plinio il Vecchio.
Molinasecas con il suo ponte romano perfettamente conservato.
Fino ad arrivare a Santiago de Compostela.

Dove reperire informazioni? Su Internet o rivolgendosi alla Confraternitas Sancti Jacobi Compostellae Via Ritorta 22, +3907536381
centro.santiago@unipg.it
WWW.confraternitadisanjacopo.it

Alla fine la fatica è tanta ma vuoi mette e la soddisfazione di avere:

La Credenziale

Il Compostela

 

E il Certificato di Distanza

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *